Ciko e Cencio sul trono del Game Fair 2013

Le aspettative si sono avverate: ben trentuno cani a catalogo per i bracchi francesi e cinque blu d’Alvernia, ecco le presenze delle nostre razze all’Outdoor Country di  Tarquinia il 1 giugno scorso. Sono orgoglioso di rappresentare un così partecipe  gruppo di Soci e estimatori di queste affermate razze nel contesto del panorama  cinofilo italiano, che continuano nell’impegno di tutela dei loro amati cani. Partecipare  alle manifestazioni che organizziamo durante il corso dell’anno significa dare la  possibilità di verificare le qualità dei soggetti che potrebbero essere messi in evidenza  come riproduttori, ed il fine è quello di mantenere, o anche migliorare, quello stato di  salute che ci contraddistingue. Ma non solo: abbiamo bisogno di conferme e questi  appuntamenti costituiscono quell’occasione che ci indica l’appropriatezza e la qualità  delle scelte del passato. In nostri non sono ancora numeri molto importanti, ma godiamo di eccellenza sia morfologica che funzionale. Non entro nel merito delle  risultanze in prova, per le quali vi abbiamo informato con gli ultimi successi, e mi  soffermo sull’aspetto morfologico: il raduno del Game Fair, oltre a regalare  soddisfazione in termini di numeri, ha anche donato piacevoli conferme.

Le nostre  razze godono di salute e ciò soddisfa l’impegno profuso e mantiene salda la via di  allevamento che tutti noi abbiamo voluto portare avanti. Umilmente e con profonda  sincerità ringrazio tutti gli intervenuti, il Game Fair Italia che ci ha ospitato in questa  meravigliosa cornice, e porgo una calda carezza ai nostri cani, perché è soltanto  grazie al loro “essere meravigliosi” che noi tutti possiamo mantenere orgoglio per la  possibilità di assaporare giorno dopo giorno la beltà di queste razze. Sotto acrobatici  ed entusiasmanti volteggi di grandi aquile, contornati da tradizionali giochi a cavallo  di destrezza equestre e spettacolari esibizioni di sheep dog e agility, ed ammirati da  un fiume di persone, al Game Fair salgono il podio il bracco francese Ciko e il Bleu Cencio, attorniati dal resto del gruppo che gioisce tutto per le risultanze di qualità  ottenute.

Ci siamo anche spinti oltre, a conferma della collaborazione che  promuoviamo sempre per le altre razze, ospitando un raduno di griffoni korthals: ben  ventotto presenze, e anche per loro un successo sia numerico che di eccellente  qualità. Al solito vi rimando ai risultati che pubblichiamo nei cataloghi in queste pagine, e attendo per incontrarvi ancora nei nostri prossimi appuntamenti.

Marco Ragatzu, Presidente CIBF

Comments are closed.